Come arredare l’ingresso, idee e consigli

Considerato solo un ambiente di passaggio, semplice collegamento tra l’interno e l’esterno, l’ingresso molto spesso non viene arredato con la cura e l’attenzione che merita.

Certo è vero, questo è l’ambiente meno vissuto della casa, ma allo stesso tempo assolve una delle funzioni più importanti dell’abitazione, l’accoglienza.

È il primo ambiente che incontrano i nostri ospiti e nel quale inizieranno a farsi un’idea di tutta la casa e dei suoi abitanti, ma ancora più importante è il luogo che ci accoglie dopo un’intensa giornata fuori casa.

Consapevoli del fatto che l’ingresso non è di per sé un posto confortevole, vogliamo darti piccoli, ma preziosi suggerimenti che ti aiuteranno a renderlo tale.

ELEMENTI D’ARREDO PER L’INGRESSO

composizione_ingresso_laccato_provenza_20_tonin01Quando pensi all’arredamento dell’ingresso devi tenere bene in mente due aspetti, uno puramente estetico e l’altro funzionale.

L’ingresso è il biglietto da visita della propria abitazione, per questo è uno degli ambienti migliori dove collocare quadri o oggetti dal design ricercato.

Dall’altra parte è il luogo dove una volta rientrati è possibile riporre cappotti, posare chiavi e, in alcuni casi, togliersi subito le scarpe per evitare di sporcare il resto del pavimento della casa.

Per questo motivo gli elementi che non possono proprio mancare sono i mobili da ingresso, differenti per forme, dimensioni e materiali, assolvono tutti alla stessa funzione: liberarci di soprabiti, borse e altri piccoli oggetti che si hanno nelle tasche che lasciando tutto in ordine.

Se lo spazio a disposizione è limitato ci sono soluzioni a muro con pratiche mensole e cassetti, mentre se l’ambiente è abbastanza grande si può optare per mobili autoportanti con appendiabiti integrati.

A tal proposito, immancabili nell’ingresso sono ovviamente gli appendiabiti dove sistemare giacche, cappotti, cappelli, e sciarpe evitando così che gli indumenti vengano poggiati sulle sedie e le poltrone di tutta la casa.

Negli spazi più ristretti, ideali sono gli appendiabiti da parete, mentre nel caso di ingressi più ampi la scelta può ricadere anche su quelli da terra.

Lo specchio è uno dei complementi d’arredo classici per l’ingresso, infatti una delle abitudini a cui tutti siamo affezionati è quella di dare un’ultima sistemata al look o al trucco prima di uscire di casa. Lo specchio, grazie alla luce riflessa sulle pareti, aiuta a ingrandire gli spazi, funzione molto utile per un’entrata particolarmente piccola. Grazie a questa sua caratteristica arredare con le specchiere può essere un valido aiuto per valorizzare gli ambienti di tutta la casa.

Altro accessorio indispensabile in questo ambiente è il portaombrelli da sistemare vicinissimo alla porta così da poterci riporre l’ombrello bagnato appena rientrati in casa.

Infine in un ingresso che si rispetti non può mancare il tavolo consolle, un piano d’appoggio indispensabile, spesso integrato con una specchiera e dotato di cassetti.

Se le dimensioni dell’ingresso lo permettono, uno sgabello o a una cassapanca possono essere molto utili per riporre calzature, borse o cappelli appena entrati in casa.

Un aspetto da non prendere sotto gamba per rendere accogliente l’ingresso è l’illuminazione. Se non sono presenti finestre o altri punti luce è opportuno collocare in questo ambiente una lampada da terra o un lampadario.

COMPLEMENTI ARREDO INGRESSO

Fino ad ora abbiamo esaminato l’elemento più funzionale dei mobili, ma anche l’occhio vuole la sua parte. Ci sono diversi trucchi per rendere gradevole l’ingresso. Sicuramente di grande effetto visivo sono i quadri moderni o gliadesivi da parete, economici, pratici e facili da applicare.

Ma anche gli orologi da parete, assolvono a questa funzione, infatti oltre ad avere una funzione estetica sono anche molto utili per chi si attarda davanti allo specchio prima di uscire.

INGRESSO E STILI DI ARREDAMENTO

Non bisogna mai dimenticare che i mobili collocati all’entrata devono dialogare armonicamente con il resto dell’arredo. Dopo aver passato in rassegna tutti i pezzi d’arredo indispensabili in un ingresso, vediamo come sceglierli in base allo stile degli altri ambienti.

INGRESSO IN STILE CLASSICO

Consolle da ingresso Giava Piermaria 01Lo stile classico è sicuramente l’ideale per dare un tocco di eleganza e raffinatezza.

In un ingresso classico non può mancare una consolle in legno di noce o ciliegio abbellito con decori e intarsi.

Generalmente la consolle viene abbinata ad uno specchio con cornice decorata nei colori oro, argento o rame. Mentre l’appendiabiti ideale per uno stile classico è quello da terra in legno oppure in ferro battuto abbinato a un portaombrelli dello stesso materiale.

Un tocco di grande effetto può essere dato aggiungendo una cassapanca in legno pregiato, un tappeto dai colori scuri e una bella lampada da terra.

INGRESSO MODERNO

Mobile pannello a muro da ingresso Maconi Family F01Per un ingresso in stile moderno le consolle generalmente hanno linee sinuose o piuttosto lineari, sono in cristallo, come la Gueret di FLAI, con la struttura in metallo e il piano in legno lucido, come Option sempre di Calligaris.

Alla consolle si dovrà abbinare uno specchio originale dalle linee geometriche o dalle forme stilizzate, come lo specchio da parete Flai Gulp, dotato di luci a led.

L’attaccapanni deve essere rigorosamente da parete in metallo, con una struttura sagomata, dotata di specchi come Appendiabiti Pintdecor Amazon o che raffigurano scritte. Il portaombrelli ovviamente deve essere in metallo, meglio se colorato come ilTonin Casa Narciso.

LO STILE COUNTRY PER L’INGRESSO

Lo stile country è perfetto per le case in campagna, ma anche per chi vive in città e vuole provare a ricreare atmosfere semplici e meno frenetiche.

I materiali che non possono mancare sono sicuramente il ferro battuto, le stoffe floreali e il legno massello.

In questo caso la consolle e lo specchio saranno in legno chiaro, mentre l’attaccapanni in ferro. In un ingresso arredato in stile country possono essere presenti anche un divanetto in legno e un tavolino rotondo di piccole dimensioni.

INGRESSO IN STILE PROVENZALE

composizione_ingresso_laccato_provenza_21_tonin01Di gran moda negli ultimi anni, lo stile shabby chic può essere perfetto anche per l’arredamento dell’ingresso.

Le linee guida sono quelle che caratterizzano questa tendenza, ossia toni chiari e pastello, stoffe naturali come il lino e gabbiette in ferro.

È importante che le cornici degli specchi, il portaombrelli e un’eventuale gabbietta siano verniciate di bianco sul quale dare un effetto anticato.

INGRESSI VINTAGE

Consolle da ingresso in legno Nausicaa Piermaria 01Per definizione i mobili vintage sono quei prodotti fabbricati almeno 25 anni prima e che hanno lasciato il loro segno caratterizzando un’intera epoca.

Chi decide di arredare il proprio ingresso in stile vintage deve per prima cosa definire un periodo storico, ad esempio gli anni ’50, ’60 o ’70 e mantenerlo per tutto il mobilio.

Ad esempio per gli anni ’50 i mobili sono curati nei dettagli e soprattutto funzionali, hanno forme bombate, superfici lisce e colori pastello.

Il must degli anni ’60 è la plastica colorata che rende l’atmosfera allegra e frizzante. I mobili hanno linee sinuose e colori vivaci tendenti al fluo con decorazioni geometriche.

Lo stile anni ’70 diventa più sobrio e pratico grazie all’utilizzo di materiali industriali e dell’high tech.