Sedie da Cucina Come Sceglierle

Le sedie da cucina sono veri e propri complementi d’arredo studiati per connotare e rendere unico un determinato ambiente.

Oggi le case produttrici come Calligaris, dopo attente ricerche e sperimentazioni ergonomiche, propongono modelli sempre nuovi, non solo comodi e pratici, ma anche attenti design.

Solitamente le sedie sono già in coordinato con il tavolo da cucina, ma le ultime tendenze del mondo dell’arredamento tendono a dare una propria identità estetica a questo elemento.

Quindi se vuoi optare per un modello che non sia quello predisposto insieme al tavolo o alla cucina, ti basta seguire alcune semplici regole che ti guideranno nella scelta dellasedia più adatta alle tue esigenze.

FUNZIONALITÀ E COMFORT

Sedia-pieghevole-da-cucina-Target-Point-Yuppie-abitarearreda-01Nella scelta delle sedie da cucina è importante tenere in considerazione diversi elementi tra cui l’ambiente nel quale vanno collocate, la funzionalità e il comfort. In linea generale le sedie devono essere pratiche, comode, poco ingombranti, leggere e allo stesso tempo resistenti.

Il primo fattore da tenere presente è il comfort, il compito principale della sedia è infatti quello di offrire un supporto corretto a chi la utilizza, con un giusto grado di elasticità. Il comfort è una caratteristica strettamente personale quindi prima di acquistare una qualsiasi sedia è importante provarla per qualche minuto, appoggiando bene la schiena controllando che il sostegno sia corretto e che abbia un’altezza adeguata.

Da non sottovalutare le questioni che riguardano resistenza, leggerezza e maneggevolezza, proprio perché in un ambiente come la cucina, molto frequentato e soggetto a sporcarsi, può capitare di doverle spostare spesso proprio per permettere un’adeguata pulizia della sala.

TAVOLI E SEDIE: MISURE E DISTANZA DAL PIANO

Sedia-da-cucina-Calligaris-Exia-abitarearreda-04Dopo aver considerato le caratteristiche di funzionalità ed ergonomia, la scelta delle sedie non può prescindere dal tavolo da cucina a cui saranno abbinate.

In questa fase è fondamentale tenere in considerazione le proporzioni di questi due elementi.

L’altezza del tavolo e quella della sedia infatti vanno scelte una in relazione all’altra tenendo ben in mente queste misure:

1) La differenza tra piano e seduta deve aggirarsi orientativamente intorno ai 25 cm e non superare i 30 cm. Ad esempio, per un tavolo alto 74-76 cm è consigliabile una seduta pari ai 45-47cm.

2) L’altezza massima per lo schienale per le sedie da cucina è 90 cm per avere maggiore maneggevolezza e per spostare le sedute facilmente.

Per quanto riguarda lo stile del tavolo e delle sedie è importante dare un taglio preciso, sia che si preferisca il contrasto tra antico e moderno, sia che si prediligano forme simile e omogenee.

Tendenzialmente al tavolo in vetro possono essere abbinati un po’ tutti i modelli di sedie, ancora meglio se colorate come le sedie da cucina Friulsedie Smart.

Per attualizzare il tradizionale tavolo di legno scuro è possibile usare sedie in metacrilato trasparente. Per i tavoli dalle nuance chiare invece è possibile puntare sul contrasto con colori brillanti come il verde o l’arancione dellesedie da cucina Friulsedie Zen.

Per un effetto omogeneo è consigliabile coordinare le finiture, magari scegliendo una struttura in metallo cromato.

Inoltre le sedie devono avere un numero proporzionato alla forma del tavolo. Quest’ultimo se quadrato può contenere massimo 4 sedie, mentre uno rettangolare almeno sei o più, se allungabile.

MATERIALI E DESIGN

Sedia-in-metallo-Tonin-Casa-Aria-Easy-abitarearreda-04Uno dei fattori da valutare rispetto alla scelta delle sedie è senza dubbio lo stile della cucina in cui queste andranno collocate.

Se è una cucina moderna le sedie con la struttura in alluminio, seduta e spalliera in vetroresina, sono l’ideale. Inoltre a questo tipo di sedie si abbina bene anche un orologio da cucina dal design moderno, casomai realizzato anche questo in alluminio, montato su un pannello nero impreziosito con incisioni in basso rilievo. Le sedie pieghevoli, sono particolarmente utili per maneggevolezza e per ottimizzare lo spazio. Allo stesso scopo sono utili, soprattutto in cucina i tavoli pieghevoli.

Se invece l’ambiente è più tradizionale o rustico il materiale da prediligere è sicuramente il legno, sempre elegante e resistente nel tempo. In questo caso per ravvivare l’ambiente si può appendere al muro un orologio decorato a mano dalle linee semplici ed essenziali.

Per una cucina ultra moderna, è possibile giocare con i colori delle sedie oppure ci si può orientare verso design particolari come sedute anatomiche o spalliere semicircolari, a cui si accompagna bene un orologio tondo come quello Eccentrico di Pintdecor formato da due elementi decorati a mano con meterico in rilievo a foglia argento e oro con fondo a finitura lucida.

SGABELLI DA CUCINA

Sgabello-moderno-da-cucina-Goteborg-di-Target-Point-abitarearreda-03Per una penisola o isola con bancone sono invece indicati gli sgabelli.

Nella scelta dello sgabello oltre l’estetica è importante valutarne l’altezza.

Come le sedie anche in questo caso vanno tenute in considerazione le proporzioni con il piano del tavolo a cui vanno abbinati. Tra sgabello e piano infatti ci deve essere uno spazio compreso tra i 25 e 35 centimetri per garantire la massima comodità a chi usufruisce della seduta. Per evitare errori è sicuramente consigliabile optare per sgabelli regolabili come lo sgabello Friulsedie Fly o quello Friulsedie Free, che prevedono una struttura centrale dotata di gas interno che consente di regolare l’altezza del sedile a seconda delle esigenze.

Oltre a quelli regolabili esistono anche modelli a quattro gambe come lo sgabello da cucina Friulsedie Maximo in legno o quello della stessa marca in cuoio, dotati di schienali e braccioli capaci di garantire la stessa comodità di una sedia.