Pouf: il complemento originale, pratico e versatile

Il pouf è sicuramente la seduta più pratica e versatile che si può avere in casa. Elemento capace di caratterizzare e dare personalità a ogni ambiente, la scelta del pouf non è sempre semplice da affrontare. In commercio infatti, ne esistono un ampia varietà di modelli adattabili ad ogni contesto e modalità d’uso.

Inoltre sono poco ingombranti, per questo sono particolarmente indicati  in un ambiente giovane, così come in un locale, dove spesso vengono preferiti ad altri tipi di sedute i pouf a sacco, avvolgenti, comodi e facili da spostare.

BREVE STORIA DEL POUF

Anche se viene considerato un complemento d’arredo moderno, in realtà ha origini antichissime.

Prima ancora di essere introdotto nei palazzi reali francesi nel XIX secolo, gli arabi ne facevano ampio uso nelle loro abitazioni, realizzandoli generalmente in cuoio e riempiti di stracci, per arredare ogni luogo e zona della casa.

Poi in Francia divenne un accessorio di lusso riservato ai potenti e ai re e veniva utilizzato come poggia piedi o piccola seduta. Dopo secoli il pouf ha cambiato la sua funzione restando ancora oggi un elemento di tendenza tanto che moltissimi designer si impegnano nella progettazione di pouf sempre più ricercati, particolari e innovativi, come la poltrona pouf multifunzione Calligaris Crossover o il City Map Target Point.

MATERIALI E FORME DEI POUF

Pouf-moderno-in-tessuto-City-Map-Target-Point-abitarearreda-01Nel corso del tempo non solo sono cambiati i materiali e le forme, ma anche le modalità d’uso dei pouf, da semplici poggia piedi per i momenti di relax, si sono trasformati in piani di seduta, portariviste, contenitori, comodini e addirittura letti.

Ovviamente questo è possibile anche grazie ai materiali con cui sono realizzati, quelli in plastica ad esempio si prestano bene a trasformarsi in tavolini come il pouf Ebo della Bontempi, dove appoggiare tazze o piccoli oggetti.

In generale nella produzione dei pouf vengono impiegate materie quali il legno, il cuoio, il metallo, il vimini, il tessuto, ma anche tutta una serie di materiali innovativi come il polietilene o la resina.

Tra i più richiesti ci sono sicuramente i pouf in ecopelle e quelli in pelle dal design particolare, come il modello Merylin Ego Italiano.

Anche per quanto riguarda le forme, le possibilità sono innumerevoli si va dai pouf quadrati, come i colorati cubi Pianca, con superfici più o meno larghe, fino a quelli rotondi della Calligaris, passando attraverso per linee irregolari e stravaganti che spesso richiamano forme naturali o oggetti particolari.

In base al materiale e alla forma, il pouf può adattarsi a un arredamento classico, moderno, etnico o anche country.

Se per un ambiente moderno sono più adatti i pouf colorati, particolari e dai materiali innovativi, quelli in pelle, in cuoio o in stoffa e magari con una struttura in legno a vista, sono perfetti in una stanza classica. Negli ultimi anni si stanno diffondendo pouf ispirati alle atmosfere nordiche, rivestiti di lana o cotone ai ferri o all’uncinetto.

Basterà scegliere il modello e il materiale che maggiormente si adattano al resto dell’arredo.

POUF CON CONTENITORE

pouf-contenitore-moderno-candy-calligaris-abitarearreda-02Molto comodi e funzionali sono i pouf con contenitore interno, ideali da posizionare in qualsiasi stanza della casa.

Messo in salotto vicino al divano può contenere coperte, plaid o riviste. In tal modo non solo è possibile avere tutto a portata di mano, ma l’ambiente sarà anche più ordinato.

Posizionato nella camera dei bambini diventa un pratico pouf porta giocattoli. Inoltre per le camerette i più gettonati sono sicuramente quelli a forma di animali, come rane e granchi, oppure quelli che richiamano elementi della natura come i simpatici e colorati funghetti della Stella New Baby.

Se invece collocato in camera da letto, un pouf può essere usato come comodino e mentre al suo interno si possono riporre libri o altri piccoli oggetti, sulla superficie si possono appoggiare lampade da tavolo o una sveglia.

Infine il pouf contenitore trova anche una sua destinazione nella stanza da bagno diventando un elegante cesto della biancheria.

POUF LETTO

Un’altra variante, molto comoda quando si hanno ospiti e poco spazio a disposizione, è quella del pouf letto.

Se normalmente può essere posto in camera da letto o in salone come poltroncina o poggia piedi, all’occorrenza questo tipo di pouf dotato di una struttura in alluminio e di un materasso alto all’incirca 7cm, può essere facilmente trasformato in un letto singolo.

Ne esistono diversi modelli, ma tendenzialmente sono simili sia nelle forme che nel meccanismo di apertura. Solitamente si presentano come sedute quadrate o rettangolari dove le dimensioni di due lati sono pari alla larghezza del materasso.

COME SI PULISCE IL POUF

Esistono diversi modi per tenere pulito un pouf, tutto dipende dal materiale con cui è rivestito.

Se è sfoderabile le operazioni di pulizia saranno sicuramente più semplici, basta togliere la fodera e se questa è in tessuto metterla in lavatrice.

Se le macchie sono molto profonde è possibile usare cotone imbevuto di alcool, e dopo che è asciutto basta passare un panno umido per far sparire lo sporco.

In commercio ci sono spray per il lavaggio a secco. Attenzione, prima di utilizzare questi prodotti è necessario assicurarsi che siano adeguati al tipo di rivestimento del pouf.

ESISTE IL POUF ANTIACARO?

acariTutti sanno che non ha senso parlare di pouf o di materassi antiacaro, perché gli acari sono piccoli animali che si annidano soprattutto dove c’è polvere. Non esiste un materiale che abbia in sé caratteristiche repellenti rispetto a questo genere di “ospiti” sgraditi. L’unica accortezza è di tenere quanto più possibile il pouf pulito e di usare il battipanni per evitare che divenga un ricettacolo di germi e batteri.

 


POUF FAI DA TE

pouf-uncinettoGli appassionati del fai da te saranno felici di sapere che esistono diverse soluzioni di riciclo creativo per costruire un pouf con le proprie mani.

Come prima cosa basta realizzare la struttura interna grazie al riutilizzo delle bottiglie di plastica, oppure creare dell’imbottitura con vecchie stoffe o con polistirolo espanso.

Se si decide di utilizzare le bottiglie, il numero varia in base alla dimensione del pouf da realizzare, come prima cosa bisogna lavarle, asciugarle e tapparle accuratamente. Nel caso si voglia dare maggior peso e stabilità basta riempire le bottiglie con poca sabbia. Successivamente, si fasciano le bottiglie con lo scotch. Infine basta fissare sopra le bottiglie, un cuscino o dell’ovatta da imbottitura e rivestire il pouf con la stoffa desiderata.

MARCHE POUF

Il pouf sta conquistando sempre più un posto di rilievo nell’arredamento domestico, per questo le case produttrici si impegnano ogni giorno nella realizzazione di questo complemento per soddisfare tutti i gusti e tutte le esigenze.

Tra tantissime marche di pouf troviamo Target Point, Tonin Casa, Ego Italiano, SMA Mobili, Bontempi Casa, per citarne alcune.

Contattaci per qualsiasi richiesta o informazione, saremo lieti di aiutarti nella scelta del pouf più adatto a te.