Come pulire il divano

Noi di AbitareArreda diciamo sempre che per scegliere il divano occorre lungimiranza, perché non è sempre detto che il divano che oggi ti sembra ideale in termini di resistenza e praticità, sia anche quello che si adatterà meglio alle tue necessità in prospettiva. Certo, nessuno di noi sa vedere il futuro, ma per lo meno dovremmo provare a immaginare la nostra vita per i prossimi 10 anni, dal momento che spesso il divano ci tiene compagnia per tantissimo tempo, a volte per una vita intera.
Nel caso in cui però la scelta sia stata già compiuta in passato e non si sia previsto l’arrivo di bambini particolarmente vivaci o di animali domestici, ci proponiamo di fornirti un piccolo vademecum per far fronte al problema della pulizia del divano indipendentemente dal tipo di rivestimento:

DIVANI IN TESSUTO

divano-designLa prima cosa da fare per pulire un divano in tessuto è leggere l’etichetta che trovi sul bordo di uno degli schienali o sulla struttura stessa del divano per capire se il tessuto che lo riveste può essere lavato con acqua oppure deve essere pulito a secco.
Se il divano è sfoderabile e il tessuto può essere lavato in acqua non ci sono particolari problemi, sarà infatti sufficiente mettere il rivestimento in lavatrice con un programma per capi delicati, in modo da evitare che si restringa.

DIVANO NON SFODERABILE, PULITURA A SECCO

Se invece il divano non è sfoderabile e soprattutto occorre lavarlo a secco, complimenti, sei nei guai! A parte scherzi, in quel caso puoi adottare diversi metodi, sia fai da te che acquistando prodotti ad hoc, pronti all’uso.

La prima cosa da fare in ogni caso è aspirare via la polvere. Fatto questo, si può procedere creando un detergente a base di acqua tiepida, un bicchiere di succo di limone ogni due litri d’acqua e due cucchiai da cucina di bicarbonato. Dopo aver testato la resistenza della tinta su una parte nascosta del tessuto, imbevi un panno morbido in microfibra nella soluzione e passalo sulle macchie più ostinate. Il bicarbonato aiuterà a sciogliere lo sporco incrostato, mentre il limone ha un effetto neutralizzante per batteri e acari.

DIVANI IN PELLE

Divano-angolare-moderno-in-pelle-EGOItaliano-Alexia-abitarearreda-03Il divano in pelle è risaputamente più pregiato rispetto a quello in stoffa come la tela, o in tessuto come il cotone e la microfibra. L’eleganza e il calore della pelle, richiedono attenzioni particolari che necessitano innanzitutto di essere provvisti di:

  • Latte detergente, latte o sapone di Marsiglia/neutro
  • Spugna e panno in microfibra
  • Acqua

La prima cosa da fare prima di pulire un divano in pelle è rimuovere con cura la polvere con un panno umido. Per procedere con la pulizia vera e propria, è necessario porre una piccola quantità di latte detergente su un tessuto in microfibra e in seguito, passarlo su tutte le parti in pelle del divano. Completata questa operazione, si può ultimare il lavoro rimuovendo eventuali eccessi di prodotto.
È possibile sostituire il latte detergente con del sapone di Marsiglia o neutro, che andrà diluito in acqua e applicato su tutta la superficie tramite l’utilizzo di una spugna morbida. In seguito occorre risciacquare il divano e asciugarlo accuratamente, in modo da non lasciare tracce che potrebbero rovinare la pelle screpolandola o seccandola.
Se poi il tuo divano è proprio malridotto dal passare degli anni o per via di invasioni barbariche, e piuttosto che recuperarlo stai pensando di prenderne uno nuovo, puoi sceglierne uno sul nostro sito web o contattare direttamente il nostro servizio clienti, che sarà felice di orientare la tua scelta verso il divano più adatto alle tue richieste.