Come Arredare il Soggiorno

Il salotto è senza dubbio uno degli ambienti più vissuti di una casa probabilmente perché, di volta in volta, si predispone ad assolvere a diverse funzionalità. Il soggiorno infatti rappresenta la stanza della convivialità dove accogliamo amici e parenti per un caffè o anche solo per quattro chiacchiere, ma è anche un ambiente relax, dove distendersi guardando un film o leggendo un libro sul divano, o ancora è il luogo perfetto per rilassarsi in intimità insieme al proprio partner magari con una cena a lume di candela o sorseggiando un bicchiere di buon vino davanti alla fiamma di un camino.

Va da sé che l’arredamento del soggiorno deve essere sempre ben curato e rispettare in pieno lo stile della casa, la personalità e il gusto delle persone che vi abitano.

Prima di procedere a qualsiasi acquisto è importante valutare le dimensioni della stanza, così da poter collocare i mobili nel migliore dei modi. Il nostro consiglio è quello di prendere bene le misure del salotto e disegnare una piantina in scala su cui annotare la posizione dei vari pezzi d’arredo.

QUALI MOBILI SCEGLIERE PER IL SOGGIORNO?

La scelta della tipologia di mobili da inserire all’interno della zona living, va di pari passo con lo stile che si è scelto di adottare per l’arredo del salone.

Tuttavia ci sono pezzi d’arredamento indispensabili per quest’area della casa.

tavolino-quadrato-moderno-da-soggiorno-Pianca-Servoquadro-abitarearreda-03Divani e poltrone: in commercio ci sono diverse tipologie di sofà, per stili, forme, grandezza e materiali. La scelta del divano giusto va ponderata con molta attenzione, in base allo stile e alle necessità. Ad esempio va valutata l’altezza delle sedute in base alla statura dei famigliari, ma anche i materiali più idonei laddove in casa ci fossero persone con allergie agli acari. Anche preferire un materiale rispetto ad un altro, è una decisione che va presa con attenzione, un divano in pelle è molto più durevole e si adatta bene a qualsiasi tipo di stile, mentre quello in tessuto ha il vantaggio di essere molto pratico e soprattutto facile da pulire.

Mobili porta tv: ormai da decenni la televisione ha sostituito il focolare domestico nella sua funzione di aggregazione e condivisione della famiglia. D’altronde lo abbiamo detto che il salotto è il luogo per eccellenza dove rilassarsi la sera davanti a un bel film. La scelta del porta televisore va fatta sempre tenendo in considerazione l’arredamento complessivo della sala.

Pareti attrezzate, oltre a caratterizzare esteticamente l’ambiente in cui sono collocate, rappresentano anche una pratica soluzione per sistemare libri, suppellettili e oggetti vari. Le case produttrici propongono infinite soluzione che vanno dallo stile moderno a quello classico, dalle composizioni dinamiche a quelle tradizionali, dai colori accesi alle nuance più neutre.

Tavolini da salotto sono i compagni inseparabili dei nostri divani. Perfetti per appoggiare stuzzichini e aperitivi da prendere con gli amici comodamente seduti in poltrona, ma anche per dare carattere a tutto l’ambiente living.

Vetrine per il soggiorno hanno molti usi e sono anche dei bellissimi pezzi d’arredamento, senza considerare che hanno la capacità, insieme agli oggetti che contengono, di aumentare di molto il fascino e l’eleganza della stanza in cui sono collocate.

Questi sono sicuramente i mobili che non possono mancare in un soggiorno, ma per renderlo ancora più accogliente e confortevole consigliamo di aggiungere un tappeto, moderno o classico, capace di riempire la stanza dando un tocco di originalità oppure un pratico e multifunzionale pouf.

COME ARREDARE UN SOGGIORNO PICCOLO

Tavolo-quadrato-da-soggiorno-Bontempi-Casa-Diesis-abitarearreda-01L’arredo del salotto va pensato anche in base allo spazio che si ha a disposizione. Scegliere i mobili per un ambiente piccolo richiede un’attenzione diversa rispetto a quella che serve per un living di grandi dimensioni.

Se il soggiorno è piccolo, basta applicare alcuni piccoli trucchi per valorizzarlo al massimo.

Partiamo dalle pareti che devono essere sempre di colore chiaro con tinte neutre, particolarmente indicate anche per le tende, il tappeto e il pavimento.

Per quanto riguarda le sedute, il nostro consiglio è quello di provare ad arredare il soggiorno con due comode poltrone da abbinare a untavolino. Per chi non è disposto a rinunciare al divano allora la scelta giusta è acquistarne uno a due posti.

Scegli mobili multiuso come un puof con contenitore ideale per sedersi, ma anche per contenere piccoli oggetti, oppure un tavolino da caffè con vano in cui appoggiare libri e riviste. Queste tipologie di complementi oltre ad arredare con stile, aiutano a dare un senso di spaziosità alla sala perché impediscono che questa appaia sovraccarica di suppellettili.

Se il salotto è particolarmente piccolo, puoi provare a non sprecare lo spazio con complenti di arredo troppo ingombranti come quadri enormi o mensole. Non per questo devi rinunciare a un tocco di stile e di creatività, basta scegliere l’adesivo murale che più si adatta ai tuoi gusti e alla tua personalità.

Se il salotto è di grandi dimensioni spesso si può riscontrare il problema opposto, cioè come riempire l’ambiente senza rischiare che si trasformi in un bazar.

Una soluzione potrebbe essere quella di delineare gli spazi con tappeti o librerie bifacciali, così da creare una zona relax con un grande divano angolare e una zona pranzo, in cui collocare un tavolo allungabile in legno o con il piano in cristallo.

SOGGIORNO CON CUCINA A VISTA

Tavolino-rotondo-da-caffè-e-da-soggiorno-Pianca-Servogiro-abitarearreda-01Arredare un soggiorno con angolo cottura può essere un’operazione complessa, ma con un po’ di impegno e ponderazione puoi riuscire ad ottenere un risultato che non avrà nulla da invidiare a un grande salotto.

Come potrai immaginare, lo stile di arredo dovrà essere lo stesso per entrambi gli ambienti, mentre la scelta di colori differenti può aiutare a delimitare e separare le aree in base alla funzione degli ambienti.

La scelta ideale sarebbe quella di organizzare la zona cucina su un’intera e unica parete con una penisola dotata disgabelli regolabili anziché del tavolo da pranzo.

La zona living sarà dotata di un grande mobile capace di contenere oltre la televisione anche libri, portafotografie e qualche pianta.

Non dimenticare di sfruttare anche lo spazio in altezza conmensole in legno, vetro o cristallo.

Anche gli accessori delle due zone devono comunicare fra di loro, ad esempio se gli elettrodomestici sono in acciaio puoi inserire nel soggiorno sedie, vasi o orologi realizzati nello stesso materiale.

SALOTTO STRETTO E LUNGO

sedia-soggiorno-contemporanea-nuvola-pianca-abitarearreda-03Generalmente il salone è la stanza più ampia dell’abitazione con una pianta rettangolare o quadrata. Qualche volta invece può capitare che l’ambiente adibito a salotto sia stretto e lungo.

Vediamo quindi quali sono le soluzioni d’arredo capaci di valorizzare un ambiente con queste caratteristiche.

La cosa da fare è sfruttare la lunghezza di questa stanza collocando pareti attrezzate, librerie e mensole sul lato più lungo. Il divano dovrà essere più lineare possibile e andrà collocato su una delle pareti più corte. Evita categoricamente poltrone e i divani angolari, sono troppo ingombranti e rischiano di dare un senso di disordine all’intero ambiente.

Per quanto riguarda il tavolo la scelta più saggia è un tavolo consolle allungabile di forma rettangolare.

Puoi arricchire l’ambiente con scrivanie, scrittoi e credenze.

È importante lasciare libero lo spazio centrale della stanza, anche piccoli elementi come un tavolino possono far sembrare la stanza ancora più piccola.

DISPOSIZIONE ARREDO IN UN SOGGIORNO QUADRATO

Arredare un salone a pianta quadrata può sembrare complesso, ma gli anni passati a giocare a Tetris si riveleranno molto utili. La principale difficoltà in una stanza di questa forma è come disporre i mobili.

Se l’ambiente è abbastanza grande puoi creare delle differenti aree nei diversi angoli, ad esempio una zone relax con un divano lineare o uno spazio dedicato allo studio con una poltroncina, una scrivania e una lampada da terra.

Sfrutta lo spazio centrale con un tappeto di grandi dimensioni su cui collocare un tavolino da salotto intorno al quale dovrà ruotare tutto il resto dell’arredamento.

SOGGIORNO MODERNO

Tavolino-da-soggiorno-moderno-Eclipse-di-Target-Point-abitarearreda-01Lo stile che va per la maggiore per l’arredamento del salone è quello moderno minimalista. In questo caso i mobili da preferire sono quelli dalle linee decise o con un design particolarmente accattivante, come ad esempio il divanoDuny di Tonin Casa rivestito in pelle abbinato a un tavolino basso e rotondo.

È importante non riempire la stanza con troppi mobili e suppellettili, ricorda che un unico pezzo di design può dare personalità e grinta a tutto l’ambiente.

In uno salotto in stile moderno anche i materiali giocano la loro parte, preferisci il vetro come ripiano per i tavoli, il legno laccato per i mobili, la pelle e l’eco-pelle come rivestimento per divani e poltrone e tessuti naturali come il lino o le fibre di bamboo per tende e tappeti.

Il colore delle pareti deve avere tinte fredde, se l’ampiezza del soggiorno lo permette un tocco di vero stile può essere quello di mescolare due colori, ad esempio tinteggiare tre pareti di un solo colore neutro e la quarta con una tinta più forte e contrastante. Se invece preferisci usate un’unica colorazione puoi sempre ricorrere agli adesivi da parete per un effetto più glamour.

SALOTTO IN STILE CLASSICO

Tavolino-da-soggiorno-trasformabile-Target-Point-Dione-abitarearreda-05Uno stile che non passa mai di moda è senza dubbio quello classico, sinonimo di eleganza e raffinatezza.

A farla da padrone in un salone classico è sicuramente il legno massello, nelle sue sfumature del noce, ciliegio e del rovere, quindi i mobili da acquistare sono quelli realizzati in questo materiale, meglio ancora se impreziositi con intarsi e decorazioni. I pezzi d’arredo che non devono mancare sono le vetrine e le credenze riempite con servizi da tè, porcellane e bottiglie di liquore. Il divano deve essere in pelle morbida, avere lo schienale e i braccioli con le punte arrotondate. In base alla grandezza della stanza i divani dovranno essere due o più, disposti frontalmente con un tappeto classico e un tavolino da caffè al centro. Se il soggiorno non è molto grande è possibile sostituire un sofà con una poltrona dello stesso colore e materiale. Per completare lo stile classico non può mancare la carta da parati, in alternativa puoi dipingere i muri con colori caldi come il nocciola o il beige.

IL SOGGIORNO SECONDO L’ARTE DEL FENG SHUI

Sicuramente avrai già sentito parlare del Feng Shui, l’arte architettonica orientale che organizza gli spazi seguendo flussi di energie per creare armonia all’interno dell’abitazione. Ogni scelta è dedicata alla creazione di ambienti accoglienti, gradevoli e adatti a momenti di relax.

Secondo il Feng Shui il soggiorno deve essere facilmente accessibili, ben illuminato, di forma regolare ed esposto verso sud. Il divano e le poltrone devono avere lo schienale rivolto verso il muro così da mantenere una visione completa della stanza, ma mai difronte a una porta perché farebbe entrare una grande quantità di energia a discapito di chi vuole rilassarsi seduto comodamente. I sofà vanno posti anche lontano dalle finestre per evitare correnti d’aria. La forma del salotto deve essere resa più regolare possibili disponendo i mobili in cerchio in modo tale da evitare luoghi di blocco energetico. Gli angoli ciechi possono essere riequilibrati con l’inserimento di piante, specchi, lampade o cristalli appesi.

PIANTE DA APPARTAMENTO PER IL SOGGIORNO

Tavolino-ovale-da-soggiorno-in-vetro-Target-Point-Tango-abitarearreda-01Le piante possono essere delle validissime alleate per rendere più accogliente il soggiorno. Di guide su come scegliere le piante d’appartamento più giuste in base alla luce e all’esposizione della stanza ne esistono centinaia. Quello che vogliamo provare a fare è abbinare il tipo di pianta in base allo stile dell’arredamento del soggiorno.

Ad esempio per chi non ha moltissimo tempo per prendersene cura può optare per le piante grasse. Le succulente con l’andamento più eretto e le forme più affusolate come il Pachycereus sono indicate per un salone moderno, mentre piante più arrotondate come l’Echinocactus e la mammillaria sono perfette per un arredamento di tipo classico.

Per chi invece ha un pollice verde particolarmente sviluppato può orientarsi su piante grandi per lo stile moderno, come il ficus benjamin o la monstera, mentre per il classico prediligere piante più basse e fiorite come lo spatifillo o l’orchidea.

Per un arredamento shabby chic, invece perfette sono piante con fiori piccoli e profumati, ad esempio il gelsomino che se tenuto all’interno con la giusta luce e temperatura può fiorire anche nei mesi invernale inebriando l’intera stanza con il suo incantevole profumo.

Le piante particolarmente odorose sono perfette per qualsiasi stile scegli di usare per il tuo soggiorno e oltre ad abbellire la sala svolgono la doppia funzione di profumatori per l’ambiente in modo del tutto naturale.