COME SCEGLIERE L'ILLUMINAZIONE IN CASA

Illuminazioni per la casa: la guida di ABITAREarreda

Scegliere la giusta illuminazione è un aspetto da non sottovalutare quando si tratta di arredare da zero la casa. Qualche piccolo accorgimento può contribuire a valorizzare il soggiorno, il salone, la cucina, il giardino, oppure valorizzare angoli o oggetti creando la giusta atmosfera in tutto l’ambiente.

In commercio troviamo tantissime tipologie di complementi per l’illuminazione della casa, ma il nostro consiglio è sempre quello di partire dalla funzionalità degli arredi luminosi, per poi adeguarli al gusto estetico.

In altre parole la scelta delle illuminazioni è ancor più importante se si considera che la resa estetica finale di lampadari, lampade da terra e di tutti gli arredi luminosi deve contribuire a illuminare ciò che è realmente utile: la luce deve essere distribuita in modo adeguato ( si pensi ad un angolo cottura o lettura ), valutando con cura se acquistare lampade a sospensione piuttosto che da tavolo, piantane o plafoniere, ma allo stesso tempo è importante evitare inutili e costosi sprechi di energia.

Ecco dunque i nostri consigli per scegliere l’illuminazione più adatta alle diverse aree della casa.

Come illuminare un soggiorno

Probabilmente è la zona della casa più frequentata per questo è importante creare un ambiente rilassante e accogliente scegliendo luci in tonalità calde e diversi punti luce per evidenziare alcune zone, come il divano, dove spesso ci ritroviamo a leggere un libro o a bere una tisana: altri vorranno dare valore anche ad altri arredi, come librerie, credenze, quadri. In ogni caso è importante anche valutare l’illuminazione rispetto al colore delle pareti, se sono chiare o pastello non avrete molto problemi ma se sono scure meglio creare più punti luce per dare movimento.

Consigliamo di predisporre una luce non troppo forte e in alternativa una modalità regolabile.

Come illuminare in modo giusto la cucina

Sicuramente vi sarete chiesti quale lampadario scegliere per la vostra cucina nel modo giusto. Partiamo dal presupposto che in questi ambienti un’unica fonte di luce diffusa non è sufficiente: vanno considerate le illuminazioni ( alla giusta distanza ) per il piano cottura, il tavolo da pranzo, il piano di lavoro e gli elettrodomestici. Soprattutto per chi ama trascorrere molto tempo ai fornelli è importante prevedere delle illuminazioni dirette e adeguate; questo faciliterà anche tutte le fasi di pulizia dei piani.

Le stesse considerazioni vanno fatte se cerchiamo delle idee per l’illuminazione open space ( sala da pranzo o soggiorno e cucina ). In questo caso dobbiamo considerare un lampadario adatto allo spazio della cucina ( meglio con luce calda ) e  lampade a sospensione scegliere per andare ad illuminare direttamente il tavolo da pranzo. Sicuramente sconsigliata la scelta di luci colorate o troppo accentuate.

Come scegliere l’illuminazione per il bagno

In questo ambiente la luce dovrebbe essere il più possibile neutra e naturale, per facilitare le operazioni di cura della persona, per questo è opportuno posizionare sullo specchio una luce frontale, meglio se in alto.Per l’illuminazione dell’intero bagno scegliete in generale una luce diffusa, con maggiore attenzione allo spazio dei cassetti, armadietti e specchi. 

Come scegliere l’illuminazione per la zona notte

Generalmente quando si decide come illuminare la camera da letto si deve pensare ai complementi o zone e scegliere dei punti luce in particolare. È importante prevedere diversi punti strategici per l’illuminazione:

- l’armadio e le cassettiere

- lo specchio con la eventuale zona trucco

- i comodini e la zona del cuscino

Una luce diffusa può essere utile ma non troppo perché la camera deve essere un ambiente intimo e rilassante. Tuttavia è importante illuminare i comodini ( singolarmente ) e la zona del cuscino con delle abat jour; inoltre è necessario che siano ben illuminati lo specchio e l’armadio; quest’ultimo però può essere illuminato dall’interno con luci che si attivano all’apertura delle ante.

 

Illuminare la camera da letto dei bambini

Se state cercando la soluzione migliore per l’illuminazione nella camera dei bambini naturalmente non scegliere lampade fragili o poco stabili, ma piuttosto piantane e arredi luminosi con forme e colori adatti ai bambini. Una luce con Topolino sul comodino, oppure arredi più semplici ma pur sempre colorati,  meglio se utilizzabili anche con la crescita dei ragazzi.

Per l’angolo studio invece è meglio scegliere una lampada neutra e sufficiente ad illuminare tutta la scrivania o la tastiera. Attenzione che non rifletta sullo schermo del pc.

Le lampade giuste per illuminare terrazzo o il giardino

Per chi ha la fortuna di avere un terrazzo, un patio oppure un giardino piccolo, oltre all’impianto dedicato, è possibile aggiungere una lampada luminosa colorata o neutra senza cavi e trasportabili semplicemente per aggiungere un effetto estetico e decorativo. Innovativa e creativa anche l’idea dei vasi luminosi.