BEBE' IN ARRIVO: ORGANIZZARE LA CAMERA DA LETTO

Camera da letto con neonato e altre idee salvaspazio: keep calm e arreda

Chi vi ha detto che un bambino in arrivo sconvolgerà per sempre la vostra vita vi ha detto… una sacrosanta verità. E la prima cosa che sconvolgerà sarà la casa, e per la precisione: la camera da letto. Ma solo per il primo anno. Secondo l’American Academy of Pediatrics, infatti, un neonato in camera coi genitori ci dovrebbe stare e restare per almeno il primo anno di vita: il sonno condiviso faciliterebbe il nutrirli, consolarli e monitorarli ma, soprattutto, ridurrebbe del 50% il rischio di morte in culla, che non ci pare poco.

Appare subito chiaro, quindi, che in alternativa alla cameretta per neonato può esser necessario fargli spazio e predisporre al meglio l’angolo neonato in camera da letto.

Come organizzare l’arrivo di un neonato

Innanzitutto rilassati: dal momento della lieta notizia, hai più o meno otto mesi di tempo prima che lo sconvolgimento diventi effettivo, tempo più che necessario per organizzare tutto l’organizzabile. Quindi respira, non farti venire le doglie in anticipo, e prendi appunti.

Non servirà necessariamente cercare una casa nuova, né abbattere muri o costruirne di nuovi: persino vivere in un bilocale con un neonato può essere possibile, fidati, basta, come sempre, ottimizzare quel che c’è.

Che la cameretta per il nascituro ci sia o meno, abbiamo appurato che una fase preliminare con mamma e papà gli farà bene, quindi prima di dipingere le pareti rosa confetto o azzurro come il futuro principe (colori che, in caso di errori in corso di ecografia, sarebbe sempre opportuno mantenere neutri fino all’ultimo), valuteremo le opportune soluzioni salvaspazio per neonato del caso.

Soluzioni salvaspazio neonato incluso

C’è una cosa che una futura mamma e un futuro papà devono capire: che d’ora in poi dovranno cominciare a pensare non più in termini di “Io”, ma di “Io + questa futura persona”. Nella tua vita sarà incluso qualcun altro che dovrai accudire, proteggere e crescere come se fossi tu. Allo stesso modo, questo “corpo estraneo” entrerà nella tua casa, nei tuoi spazi e nei tuoi tempi della quotidianità: se te lo stai chiedendo, sì, il modo di integrare questo corpo estraneo in casa c’è, anche se la casa è piccola. Come?

1 - Fasciatoio da parete: ebbene sì, quel mobilone ingombrante dove stendere il pupo per fargli i complimenti per la digestione quotidiana dopodiché, in stato di apnea, cambiarlo… può anche essere salvaspazio. In forma di opportuno mobiletto a parete, con mensoline pratiche dove mettere creme, pannolini, salviette ecc., occupa pochissimo spazio, e solo quando serve. Se non c’è spazio in bagno, si può pensare di tenerlo in camera da letto, solo… ricordati di arieggiare la stanza.

2 - Culla co-sleeping: molto pratica e davvero salvaspazio, si àncora al fianco del lettone, ed eviterà alla mamma di doversi alzare per la poppata notturna o per consolare il bebè se all’improvviso si trasforma in sirena umana. Benedirete l’inventore di questo oggetto.

3 - Culla pieghevole salvaspazio: casa piccola e neonato non sono due concetti mutuamente esclusivi, ovvero possono convivere con un lettino pieghevole, ad esempio, che si apra quando serve, si chiuda quando no, o anche trasportare altrove a seconda delle necessità.

4 - Culla che si trasforma in lettino: un letto che man mano cresce insieme a tuo figlio! Il sogno di ogni genitore divenuto realtà, anche perché consente di risparmiare sul budget (evitando di comprarne uno nuovo ogni volta che i piedini rischiano di uscire dal letto) che con quel che costa avere un figlio oggi non è male.

Idee salvaspazio per neonati aggiuntive

Supponiamo che la stanzetta ci sia, ma in un contesto di casa piccola con un bambino, come fare? Anche in questo caso possiamo approfittare di qualche trucco salvaspazio o idee cameretta per neonato che salvino la situazione:

  • Lettino: che sia una culla trasformabile, o un lettino pieghevole trasportabile (comodo anche per i viaggi) e magari dotato di ruote, oppure una soluzione più statica l’importante è che sia adeguato alle esigenze della tua famiglia.
  • Cassettiera con fasciatoio integrato: così puoi tenerci il corredino, la biancheria, creme cremine e cremette, ma al contempo un comodo ripiano dove stendere il pupo e cambiarlo… oppure, se gli spazi sono più risicati, puoi optare per il fasciatoio a parete di cui sopra.
  • Vaschetta pieghevole: perché un momento topico della tua futura vita col pupo sarà il bagnetto, e avere una vaschetta pieghevole che, quando non serve, si può appiattire e appendere oppure riporre senza occupare l’ingombro di una comune vaschetta, credici, ti farà comodo.
  • Letti singoli, a castello o a scomparsa: e se in casa c’è già un altro bimbo, e vuoi predisporre la camera per il futuro? Per fortuna il moderno design, che qui troverai Made in Italy, prevede soluzioni per questo tipo di problema, che ottimizzano gli spazi facendo miracoli: esplora il catalogo, troverai molte ispirazioni ed idee salvaspazio ideali per le tue esigenze.
  • Poltrona: non è esattamente un mobile salvaspazio, ma è un elemento che integra gli ambienti, e soprattutto funzionale: servirà a creare atmosfera, al tuo momento intimo col bambino, e a cantargli ninne nanne prima di adagiarlo nel lettino. E se lo spazio lo consente, perché non pensare a una poltrona relax per un sonnellino insieme al bebè?
  • Lavasciuga: lavatrice e asciugatrice due in uno. Un’idea che ora forse pensi non ti serva, ma col carico settimanale di roba da lavare che avrai, fidati, servirà eccome. E l’asciugatrice integrata sarà una manna dal cielo per avere in tempi brevi, anche nei freddi, umidi e grigi giorni di pioggia, il bucato asciutto e morbido, pronto da riusare.

A questo punto dovremmo averti convinto che un neonato in una casa piccola è una cosa possibile. Quel che non è possibile è impedirti di andare in panico all’idea di quel che ti aspetta, anche se puoi considerare questo: che la specie umana si riproduce da qualche millennio, e, dati i risultati, possiamo affermare che in qualche modo se l’è cavata anche quando i mobili salvaspazio non esistevano. Rallegramenti: ce la farai anche tu.