ARREDAMENTO ESTIVO PER UNA CASA TOTAL WHITE

Consigli, ispirazioni e idee per arredare una casa total white

Non c’è classico di arredamento più classico del “bianco” come “stile d’arredo”: il total white, infatti, non è solo una scelta cromatica in cui declinare tinte per pareti e infissi, ma un vero e proprio “modo” di arredare casa. Elegante, raffinato, rustico per certi versi, richiama all’essenziale, alla pulizia e l’ordine… tuttavia gli scivoloni sono dietro l’angolo: sebbene possa sembrare in apparenza semplice arredare col bianco, in realtà non lo è.

Vediamo insieme quali regole seguire per evitare le bucce di banana in tema arredamento casa total white.

Arredamento total white: bianco ottico vs bianco sporco

Per adottare uno stile casa total white non basta arredare casa di bianco… va in primis scelto il tipo di bianco! Sì, perché sebbene sembri un colore banale, non lo è affatto, e ne esistono svariate sfumature (secondo Pantone addirittura circa 28): in linea generale possiamo distinguere tra il bianco ottico, anche definito “gesso”, e il cosiddetto bianco “sporco”. Il primo è considerato il “vero bianco”, che si tende ad associare più spesso ad uno stile d’arredamento moderno, il secondo è una tonalità più “calda”, più frequentemente protagonista in stili dai caratteri vintage. Ma nulla vieta che, se lo si desidera, si possano invertire gli abbinamenti.

Una volta scelto il tipo di arredamento bianco con cui si vuol “dipingere” casa, qual è il pericolo cui si va incontro?

Arredamento moderno bianco: il rischio è l’effetto “vuoto”

Ebbene sì: il bianco richiama luce, eleganza, come si diceva, spazio ed essenzialità… anche troppo però, se non si è accorti: il rischio, infatti, nell’arredare col bianco, scegliendo pertanto anche mobili bianchi, è che si crei un effetto di “freddo e vuoto”, sia perché non si è saputo “riscaldare” l’ambiente con i giusti abbinamenti, e laddove lo si ritenga opportuno i contrasti, sia perchè talvolta gli ambienti non vengono adeguatamente “riempiti” nel modo giusto.

E questo può accadere soprattutto in un arredamento bianco moderno, che predilige linee rette e asciutte, forme essenziali e parsimonia nel mobilio e nel complemento d’arredo.

Consigli per un arredamento estivo total white: come riscaldare una casa bianca

Se la tua scelta è l’arredo bianco ottico, sappi che è perfetto per una residenza estiva o una casa al mare (e se il tuo intento è proprio questo, probabilmente apprezzerai i nostri consigli specifici su come arredare una casa al mare): oltre a ricordare, propriamente, certe abitazioni dell’area mediterranea e dal sentore marinaro, si abbina perfettamente a contrasti di colore con tinte accese, vivaci e alle tonalità del blu: per una casa in stile marinaro, dunque, è una scelta molto azzeccata. Via libera in tal caso ai toni di blu in cuscini, tessili di vario tipo e suppellettili (pensate all’allestimento di una mise en place per una tavola estiva da sogno, ad esempio), vasi, oltre a quadri, tappeti, e poi accessori a tema, come timoni, barche e altri oggetti che rimandino alla pesca, al mare o alla vita marinara (conchiglie, reti, bottiglie in vetro in cui nascondere messaggi, fari ecc.). I contrasti possono interessare anche gli infissi (pensate ad un contrasto pareti-intelaiature di porte e finestre, oppure vetri-piombatura laccata, divano e soggiorno bianco e cuscini e tappeto turchese, ecc.).

Materiali per uno stile total white: casa estiva marinara e moderna

Quanto ai materiali, per una casa estiva total white, se lo stile è prettamente marinaro non c’è dubbio che il legno e i materiali naturali debbano farla da padrone (legni decapati, ad esempio, e cordame, vetro, pietra imbiancata grezza ecc.); tuttavia, se si sceglie uno stile moderno bianco più asciutto ed essenziale, più contemporaneo per intenderci, l’abbinamento coi toni del rovere e del legno in generale è sempre un’ottima soluzione che insieme riscalda l’ambiente, dandogli un tocco di accoglienza e calore, e crea dinamismo “spezzando” il bianco assoluto ma senza “invadere” o riempire troppo lo spazio. In questo caso i materiali abbinabili sono quelli dello stile moderno contemporaneo: metallo e legno laccati, pelle e similpelle, metalli in silver, gold e simili, marmi, materiali pregiati in generale, cemento, ecc.

Arredare total white una casa vintage o shabby

Indubbiamente (ma non è una regola assoluta, lo ribadiamo) il bianco sporco si sposa meglio con un arredamento vintage o propriamente shabby (e in tal caso, decisamente in stile shabby chic). L’ideale, se si desidera arredare casa in uno stile romantico vintage dal sentore, come si diceva, shabby con predominanza di bianco è virare su colori tenui e legni sbiancati (anche detti “decapati”, dal termine francese “decapè” che indica il processo di raschiamento che ne produce l’effetto “invecchiato”): toni sul beige, rosa antico, turchese e celeste chiaro, ceruleo, rovere e grigio. In una casa total white vintage una parete decorata con cesti in vimini color marrone chiaro sono un esempio di perfetto abbinamento, come un pavimento con un parquet in colore naturale o anche scuro, ma se si preferisce un abbinamento con un legno sbiancato l’effetto “spezzato” e il calore dell’ambiente risulteranno ugualmente vincenti. 

Di sicuro più bianco c’è, in questo caso, più il carattere della scelta cromatica e la sua delicatezza emergeranno, sebbene i lievi contrasti (in dettagli del tessile, anche qui, come tappeti, tende, cuscini, paralume, tovaglie, ma anche oggetti, vasi, fiori secchi, cesti ecc.) stabiliscono di certo un ritmo piacevole all’occhio e che renderà ancora più armonioso l’ambiente.

E il contrasto acceso col nero?

E’ un abbinamento tipico dell’arredamento scandinavo, e in uno stile moderno ed essenziale è molto d’effetto: pensate al contrasto parete bianca cornice nera, infissi, piombature di finestre o vetrine, tavolini da caffè o pouf, strutture e gabbie metalliche ecc.

Tuttavia il gioco di contrasti può coinvolgere le stesse sfumature di bianco: se, infatti, scegliere tra i due toni proposti (gesso e bianco sporco) ti risulta difficile, potresti giocare tra un contrasto parete bianco sporco e infissi bianco ottico, oppure cornici laccate di bianco eccetera. Gli abbinamenti con ulteriori sfumature di bianco, poi, sono non solo possibili ma anche “caldamente” consigliati, essendo queste di vitale importanza proprio per evitare l’effetto “vuoto” e freddo cui si accennava prima: via libera allora a marmi chiari con venature di altro colore, legni sbiancati, metalli o altri materiali laccati di bianco, tessuti in lino o color corda, ecc.

Divertiti a “colorare” la tua casa col tuo stile total white personalizzato.